fbpx

Archivio Autore

Hai fiducia del tuo ballerino/a? Il primo passo verso il successo!

“Vai con fiducia nella direzione dei tuoi sogni e nella Danza Sportiva i sogni si raggiungono in DUE!”

La fiducia è il pilastro base su cui si costruisce il successo. È così in tutti i tipi di rapporti: sentimentali, commerciali, sociali, tra amici, con i colleghi di lavoro, tra politico e cittadino…ma sopratutto quello tra ballerino e ballerina.

Se mi viene proposto un contratto da un’azienda che non è affidabile, che non rispetta gli accordi, che trova mille scuse per ritardare il pagamento degli stipendi, se insomma vengono a mancare le necessarie garanzie, è improbabile che instauri con essa un rapporto di lavoro.
Un politico che tradisce i suoi elettori non mantenendo fede al programma con cui si era presentato alle elezioni, perde la loro fiducia e non viene più rieletto.
Un figlio che racconta ai suoi genitori molte bugie, di fronte ad una promessa non viene più creduto.sulla_fiducia_web.jpg.opt570x344o0,0s570x344
Se un erborista vende un prodotto dichiarando proprietà curative che in realtà non ha, quando il cliente si accorge di essere stato raggirato difficilmente torna da lui.

Sono tutti esempi di come la mancanza di fiducia gioca a sfavore delle persone. Funziona nello stesso modo nel rapporto di coppia, ma nonostante sia così importante questo elemento viene spesso poco considerato.

La fiducia è una quantità. È possibile paragonarla a una sorta di punteggio che sale e scende in base a come ci comportiamo verso gli altri, al nostro modo di gestire i rapporti. È una sorta di pagella non scritta, ma che esiste e stabilisce quanta stima e considerazione hanno verso di noi le persone che ci conoscono. La fiducia misura la credibilità ed il nostro valore nei confronti degli altri.

Le scorciatoie, le furbate, le astuzie ai danni di altre persone possono a volte dare dei “vantaggi” immediati, come nel caso del politico che promette un programma che non attua, del figlio che racconta bugie ai genitori, dell’erborista che vende prodotti dalle proprietà curative dubbie, ma nel medio e lungo periodo prevale e paga invece la serietà con cui rispettiamo gli accordi; la reputazione e la fiducia che una persona costruisce intorno a sé nel tempo, dipende fortemente da questo.

È così anche per quei partners che cercano di costruire e mantenere longeva una relazione. Il primo punto fondamentale da rispettare è la serietà nei confronti del nostro Partner di ballo, e per far questo dobbiamo comunicare al meglio i nostri pensieri, emozioni e assumendosi in primis le nostre responsabilità di tutto ciò che accade a noi ma anche a lui.

Senza la fiducia degli altri non si fa molta strada, ma senza la fiducia del nostro ballerino/a non si va da nessuna parte!

Leggi Tutto

Danza Sportiva: quand’è il momento di abbandonare?

Vorremmo condividere con voi una riflessione. È una risposta a una domanda che tante volte siamo costretti a farci: “Fino a che punto vado avanti?” Ha senso insistere ancora?”.

 

Ognuno se la fa per i più disparati motivi e non soltanto sportivi. Possono essere personali nel caso di studio, diete o in ambito lavorativo.
Nel mondo dello sport, molto spesso ci si fa questa domanda quando non si riesce a ottenere subito quel che si desidera.
Bene, noi crediamo che oggi il mondo vada troppo velocemente. La Pazienza, che sempre ci vuole, si è esaurita per la maggior parte delle persone, vogliono tutto e subito.

 

BAkSec_CYAAQG1V

Molti smettono dopo i primissimi tentativi, rinunciando per sempre.
Riteniamo tale atteggiamento sbagliato e controproducente. Se si vanno a leggere le storie di vita dei grandi sportivi, imprenditori o persone di successo del passato, si vedono attese infinite prima di trovare la strada, alcuni esempi possono essere: Michael Jordan, rifiutato da tante squadre di bassa serie prima di riuscire ad entrare nei Chicago Bulls nel 1984 oppure, in ambito imprenditoriale, pensiamo a Ray Kroc che apri il primo McDonald’s a 52 anni.

 

Cosa fare se uno capisce da sé che il suo momento non è ancora arrivato?….Personalmente noi crediamo in un solo mantra:

“Andate avanti! Senza smettere mai, neanche per un istante, di credere di poter arrivare alla meta sognata.”

 

Questo è il nostro pensiero ma è anche quello che cerchiamo di far comprendere a tutti i nostri atleti: Andare avanti, comunque, persistendo verso l’obiettivo, e non cedere mai, per nessun motivo. Perché il motivo per fermarsi non esiste, perché di vita ce ne è soltanto una e ognuno di noi ha il diritto (e il dovere) di provare a vivere al massimo i suoi sogni.

E cosa scopre chi ha il coraggio di insistere…..in tantissimi casi?…Che alla fine il sogno arriva, e allora diventi tu un esempio da seguire per tutti!

 

Leggi Tutto

Allenatore o Coach: facciamo chiarezza

Ti sei mai chiesto quali sono le più grandi differenze tra un allenatore ed un Coach?

 

L’ALLENATORE dà soluzioni momentanee, risposte, consiglia in base alle proprie credenze, suggerisce, fa fare agli altri le cose secondo la sua mappa del mondo, secondo la sua esperienza e secondo le sue convinzioni, esperto nella materia tecnica ma poco in altre direzioni.

 

Il COACH vede l’atleta nella sua performance migliore, si focalizza lì e indica la strada. Lui stesso è focalizzato sulle soluzioni e non sui problemi.

Una delle doti del COACH Ideale è la credibilità e l’autorevolezza e questa non arriva perché si è bravi a parlare e si usano le parole giuste, la si acquisisce solo se si sa essere un esempio costante e se si riesce a portare i propri ATLETI a fare tutto ciò che gli è utile per raggiungere il successo.

Ogni ATLETA ha un sogno e il vero COACH aiuta l’atleta a realizzarlo in tutte le sue sfaccettature.

Un bravo COACH deve essere proiettato più avanti dei suoi ATLETI, mostrando orizzonti più vasti, alzando l’asticella sempre, stimolando l’ATLETA a superare i suoi limiti, facendogli capire la differenza tra quelli oggettivi e quelli soggettivi.

 

Allenarsi in maniera normale e pensare ad ottenere risultati normali, produce lo stato di appagamento; ma per raggiungere un’impresa straordinaria devi fare qualcosa di straordinario.

Il COACH pensa in modo straordinario e fa capire che se altri ci sono riusciti, è possibile!

Inoltre ti fa comprendere che anche la sconfitta è salutare, quando si perde vengono a galla i punti deboli. Ogni insuccesso è la chiave che porta al successo a lungo termine.

Nella sport, come nella vita, quando accetti una sfida e ti metti in gioco…….o VINCI o IMPARI!
Quando vinciamo, la vita ci premia. Quando falliamo, la vita ci insegna.

I COACH dotati di Cultura e Saggezza sono rari ed eccezionali: sono persone in grado di cambiare le altre persone e di ispirarle fino a far loro ottenere performance e risultati importanti.

Gli atleti di questi Coach Illuminati sono estremamente fortunati poiché acquisiscono una prospettiva molto più profonda sulla vita, sulle persone e su se stessi.

 

Ad alcuni ALLENATORI sembreranno strane queste parole, ma in realtà gli allenatori sono i primi ad aver bisogno di un sistema di guida ben radicato che li tenga su un percorso ben definito poiché devono affrontare decisioni difficili e sfide impegnative se vogliono diventare dei bravi COACH.

E’ importante trasmettere con le “Azioni” non solo con le “Parole”.

 

Perché una persone dovrebbe avere bisogno di un COACH?

 

Se volete migliorare in qualunque cosa, dovete crederci e allenarvi. E quando lo fate da soli, rischiate di perdere di vista le cose che contano di più. Rischiate di perdere tempo ed energie, scoraggiandovi e rinunciando, prima ancora di aver scoperto il vostro vero talento.

I migliori atleti del mondo hanno un COACH: Tiger Wood, Michael Jordan, Michael Schumacher, e tutti gli atleti che hanno raggiunto risultati importanti sono diventati dei Campioni perché hanno avuto un COACH che li ha guidati a riconoscere e a sviluppare il loro talento.

 

UN BRAVO COACH FA TRE COSE:Schermata 2016-03-04 alle 22.33.08

  1. CREDE IN TE
  2. TI AIUTA A RICONOSCERE LE TUE DOTI, LE
    TUE CAPACITA’, IL TUO TALENTO
  3. E POI TI AIUTA A SVILUPPARLE, A FARLE CRESCERE, A PORTARLE A LIVELLI DI ECCELLENZA

 

Non perche il Coach sia migliore dell’atleta, ma solo perché l’atleta è in campo e non ha il punto di vista di chi sta a bordo campo, e il Coach ha una prospettiva unica, perché ha speso tutta la sua vita a imparare e a sviluppare queste competenze.

Il lavoro del bravo COACH è proprio quello di farvi riscoprire tutto il talento e il potenziale che è gia in ognuno di voi e che ha bisogno di essere portato in superficie…..

 

….ora sta solo a voi la scelta del giusto COACH!

Leggi Tutto

Il Ballo: la soluzione naturale di longevità per la terza età

Benefici del ballo …. (anche) per la terza età

 

A differenza di altri esercizi, per il ballo non esistono limiti di età.

Il ballo è un un’attività che permette alle persone di qualsiasi età di mantenersi in forma. Oltre ad essere divertente, il ballo ha molti benefici positivi per la salute.

Ballare è un’attività che può davvero illuminare le vite monotone delle persone;  può dare beneficio alla loro salute emotiva, mentale, fisica e generale. Quando qualcuno decide di iniziare un’attività fisica spesso considera anche il livello di divertimento che essa include e il ballo è proprio questo…

….tanto divertimento.

Benefici del ballo per la salute generale

Aiuta il cuore

Il Ballo è un’ottima attività per coloro a rischio di malattie cardiovascolari. Uno studio italiano ha dimostrato che le persone con insufficienza cardiaca che praticano il ballo come attività fisica migliorano la salute del loro cuore, così come la respirazione e la qualità della vita in maniera significativa rispetto a quelle che vanno in bicicletta o usano il tapis roulant per fare esercizio.

Perdere peso

Perdere peso è un altro dei benefici del ballo, se praticato con costanza. Uno studio pubblicato sul Journal of Physiological Anthropology  dihiara che un programma di danza di tipo aerobico permette di perdere peso e di aumentare la potenza aerobica così come il ciclismo e lo jogging.

Aumenta l’energia

Vi sentite tutto il giorno senza forze? Ballare vi potrebbe aiutare a recuperarle. Secondo una ricerca pubblicata sul The Scholarly Publishing and Academic Resources Coalition, un programma settimanale di ballo può migliorare il rendimento fisico ed aumentare i livelli d’energia negli adulti.

Migliora la flessibilità, la forza e la resistenza

Ballare a volte richiede una grande quantità di flessibilità. La maggior parte delle lezioni di danza inizia con un riscaldamento che include diversi esercizi di stiramento. Quando si balla, bisogna sforzarsi per raggiungere la capacità di movimento di tutti i gruppi muscolari.

Ballare aumenta la forza, poiché costringe i muscoli a resistere contro il peso stesso del corpo. In molti tipi di balli, incluso il jazz e la danza classica, sono presenti salti in aria che richiedono una forza tremenda dei principali muscoli delle gambe.

La danza è un tipo di esercizio fisico, per cui aumenta la resistenza. La resistenza è la capacità dei muscoli di lavorare molto per periodi di tempo sempre più lunghi senza affaticarsi. Ballare regolarmente è l’ideale per migliorare la propria resistenza, soprattutto le danze vigorose.

Benefici del ballo per la salute emotiva

salute emotiva

Rende felici

Ballare è qualcosa che piace fare praticamente a tutti. Se si osserva una persona mentre sta ballando, è quasi sicuro vederle un gran sorriso sul volto. Sorridere e ridere mentre si balla è assolutamente normale!  Questo è dovuto al fatto che ci si diverte davvero mentre si balla. Non ci sono barriere d’età nel ballo a differenza di altre forme di esercizio. Una persona può ballare e godere dei benefici del ballo per la sua salute a qualsiasi età.

Elimina lo stress e la depressione

È stato dimostrato che uno dei benefici del ballo è quello di aiutare a prevenire lievi forme di depressione e di migliorare l’autostima della persona che balla. E ricordiamo che, purtroppo, la depressione sta diventando un problema crescente tra gli adolescenti e gli adulti di qualsiasi età.

Uno studio pubblicato sul International Journal of Neuroscience dimostra che il movimento del ballo, oltre a migliorare la depressione, ha effetto anche sullo stress poiché regola i livelli di serotonina e dopamina nel corpo. Dato che la danza è un’attività sociale, aiuta a superare i sentimenti di isolamento tipico delle persone depresse e che qualche volta interessano anche le persone che vivono sole.

Migliora la sicurezza e l’autostima

La danza aiuta anche ad essere più sicuri di sé. Ogni volta che dominate un nuovo passo di danza, sperimentate un aumento della vostra sicurezza, oltre ad avere un migliore stato d’animo. Questo aumento di sicurezza si riflette in tutti gli aspetti della vita.

Il ballo è un’attività sociale. Diversi studi hanno dimostrato che i forti legami interpersonali e la socializzazione con i compagni di ballo contribuiscono ad aumentare la propria autostima e ad avere un atteggiamento positivo. Ballare offre molte opportunità di conoscere nuove persone. Partecipare a lezioni di ballo può aiutarvi ad avere maggiore autostima e a sviluppare abilità sociali. Dato che l’attività fisica riduce lo stress e la tensione, il ballo dà una generale sensazione di benessere.

Benefici del ballo per la salute mentale

Migliora la memoria

Secondo uno studio pubblicato sul New England Journal of Medicine, il ballo può aumentare la memoria e
prevenire la comparsa di demenza man mano che si invecchia. La 1537f3_a6d6f134c506475c916f44e6b8112120scienza rivela che l’attività aerobica può contrastare la perdita di volume dell’ippocampo, la parte del cervello che controlla la memoria. L’ippocampo riduce naturalmente il proprio volume durante l’età, fattore che spesso provoca problemi di memoria e, a volte, di demenza.

Combatte l’Alzheimer

Uno studio condotto su uomini della terza età, pubblicato sul New England Journal of Medicine, ha dimostrato che ballare spesso aiuta ad evitare gli effetti dell’Alzheimer e forme di demenza, così come ad aumentare l’acutezza mentale a qualsiasi età. È stato dimostrato anche che alcune persone affette da Alzheimer sono in grado di recuperare ricordi dimenticati quando ballano musiche che erano solite ascoltare.

Aumenta l’intelligenza

Per secoli i manuali di danza e altri scritti hanno lodato i benefici del ballo per la salute, così come per gli altri esercizi fisici. Adesso, grazie a numerosi studi, è stato anche dimostrato che aumenta la nostra intelligenza. Il consiglio migliore quando si cerca di migliorare la propria acutezza mentale è quello di farsi coinvolgere in attività che richiedono di prendere decisioni rapide (in pochi secondi). Per aumentare la vostra intelligenza invece della memorizzazione, quindi, potete semplicemente ballare.

Un modo per migliorare la propria intelligenza è imparare qualcosa di nuovo. Non solo il ballo, qualsiasi cosa nuova.  Prendendo lezioni di ballo,  potrete sfidare la vostra mente e stimolare la connettività del cervello generando la necessità di nuove vie. Le lezioni più difficili sono le migliori, poiché stimolano ad avere una maggiore necessita di nuove connessioni neuronali, aumentando così la connettività dei neuroni.

tratto da viverepiusani.com

 

 

Leggi Tutto

Studio e sport: la combinazione perfetta

Lo sport fa bene alla salute, e questo ormai è risaputo.

Ma c’è ancora qualche genitore o insegnate che pensa che fare dello sport, specie se e a livello agonistico, possa in qualche modo costituire una grossa perdita di tempo per i ragazzi, ma non è così: oltre a mantenere sano l’organismo, l’attività fisica sembra agevolarli anche nello studio.

Quante volte abbiamo sentito: “meglio dedicarsi allo studio, anziché perdere tempo a scuola di ballo, in sport-e-cervellopiscina o palestra”.

 

“Agilità fisica uguale agilità mentale”

 

Un recente studio dimostra, invece, che i ragazzi che sono ben allenati e danno buone prestazioni nello sport, hanno un peso corporeo adeguato all’età e rispondono meglio ai test standard per le funzioni della memoria e dell’apprendimento.

Nello studio sono stati coinvolti circa 2.000 ragazzini delle scuole primarie di Los Angeles ai quali si chiedeva di percorre una corsa di 1 chilometro e mezzo, e successivamente di rispondere ad alcuni test d’intelligenza standardizzati secondo l’età ed il livello socioculturale.

Ebbene, si è visto che i ragazzini che avevano impiegato meno tempo per la corsa, poiché erano allenati al movimento, erano in grado di dare anche i migliori risultati ai test d’intelligenza e cultura.

In altri termini: corretta nutrizione (peso corporeo adeguato), attività fisica e rendimento scolastico, vanno di pari passo.

Ovvero, se in pagella c’è qualche insufficienza è meglio non vietare l’attività fisica ai nostri ragazzi chiudendoli in casa accasciati sui libri, anzi, una bella oretta di sport può aiutarli anche a migliorare i brutti voti.

 

“Esercizio fisico e intelligenza vanno di pari passi.”

 

Il riassunto di alcuni studi confermano che l’attività fisica sarebbe in grado di “stimolare l’intelligenza” attivando nuovi circuiti neuronali su cui successivamente si svilupperanno capacità intellettuali diverse e s
uperiori.

In termini più semplici: con lo sport praticato regolarmente, più sangue arriva al cervello, più neuroni nuovi rimarranno attivi e a disposizione delle funzioni intellettive più elevate che richiedono concentrazione e ragionamento.

 

“Sport, nutrizione e cervello: un trittico molto importante!”

 

Ma la nutrizione adesso cosa c’entra?

Una dieta equilibrata è fondamentale per mantenere più a lungo possibile salute e funzioni di tutto l’organismo, e a maggior ragione è indispensabile per il buon funzionamento della “centrale di comando”, ovvero il cervello.

Tra le sostanze nutritive che hanno un ruolo importante in tal senso ci sono alcuni minerali che sembrano influenzare la funzionalità cerebrale e le capacità cognitive.

Per primo il ferro, che consente l’ossigenazione di tutti i tessuti dell’organismo, compresi quelli cerebrali, fondamentali risultano anche calcio e magnesio, importanti per tutti i meccanismi psicomotori (ragionamento e movimento) e infine, ma non per ultimo, una giusta quota di vitamine antiossidanti, cioè anti-invecchiamento, preserveranno le nostre cellule neuronali il più a lungo possibile.

Dunque si completa il cerchio: una sana e bilanciata alimentazione quotidiana, accompagnata all’esercizio fisico adeguato, sono condizioni indispensabili per mantenere “in forma” il corpo e la mente.

tratto da: “saperesalute.it”

 

Leggi Tutto

error: Content is protected!! Copyright ©